Santa Faustina incontra satana

30.XI.1937

Verso sera, mentre salivo le scale, all'improvviso mi prese una strana svogliatezza per tutto ci che divino. Ad un tratto udii satana che mi diceva: Non pensare affatto all'opera, Dio non cos misericordioso, come dici tu. Non pregare per i peccatori, tanto essi si danneranno lo stesso e con quest'opera della Misericordia tu stessa ti esponi alla dannazione. Non parlare mai della divina Misericordia col confessore e specialmente non ne parlare con Don Sopoko e con Padre Andrasz .

A questo punto la voce prese l'aspetto dell'angelo custode.

Allora risposi: So chi sei: il padre della menzogna! . Feci il segno della santa croce e quell'angelo scomparve con gran fracasso e rabbia.

 Dal "Diario" di S.Faustina Kowalska, ed.LEV, pag.465

INDIETRO