Apparizione di Selvino (BG)

In una gola dei monti della Valle Serina sorge solitario l'antico santuario della Madonna del Perello. Vi si giunge per strada carrozzabile che termina in un parcheggio prima del recinto del santuario. I pellegrini dei dintorni, per˛, vi giungono quasi tutti per antiche mulattiere, ancora mantenute in buona efficienza; Ŕ aperto solo nella bella stagione: dal lunedý di Pasqua alla festa di Ognissanti.
La tradizione, suffragata da una bolla papale del 1498, attesta l'esistenza in quel luogo del culto alla Vergine Santissima, fin dalla prima metÓ del '400. L'apparizione della Madonna Ŕ tramandata dalla credenza popolare la quale inoltre afferma che, nel punto in cui la Madonna (o S.Elisabetta, secondo alcuni) apparve a Ruggiero Grigi e domand˛ di erigere una chiesa, "sorse un verde olivo sopra un secco faggio".

Il complesso dell'edificio ha tuttora l'aspetto di un antico eremo: Ŕ costituito da tre chiese di diversa grandezza, costruite quasi una sopra l'altra, due sagrestie, il campanile, i locali per l'abitazione del 'romito' e quelli per il ristoro dei pellegrini. Le modifiche apportate nei secoli lo hanno completato e reso pi¨ funzionale, senza alterarne le linee originali.

Il santuario, circondato da boschi e fonti, invita al raccoglimento e alla preghiera. Molte sono le feste che lo caratterizzano: il lunedý di Pasqua per l'apertura, la prima domenica di maggio, il 2 luglio e la domenica successiva, in cui si celebra l'anniversario dell'Apparizione, il 15 agosto l'Assunta, la quarta domenica di ottobre per il pellegrinaggio delle parrocchie vicine e la festa di tutti i Santi.

Altre apparizioni mariane